Martedì, 07 Marzo 2017 11:35

Cous cous con verdurine croccanti per un tocco esotico ai Pan Cestini!

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Oggi vi proponiamo una ricettina light per recuperare la forma dopo i vizi e i peccati di gola che ci siamo concessi durante il Carnevale.

Per un piatto sano, fresco e leggero che ci aiuti a tornare in forma senza rinunciare al gusto, abbiamo preso spunto dal Marocco ed è per questo che vi presentiamo un grande classico della cucina nordafricana: un colorato Cous Cous arricchito con verdurine croccanti da  servire nei nostri, ormai notissimi, Pan cestini - nella versione classica o in quella Mini - a seconda che vogliate offrire la pietanza come antipasto, aperitivo, seconda portata o, addirittura, come piatto unico.

 

PROCEDIMENTO  PER 2 PERSONE

1)Lavate, asciugate e tagliate a quadratini 1 piccola melanzana, 2 piccole zucchine, 1 peperone piccolo e 10 pomodorini pachino;

2) In una pentola antiaderente fate scaldare un filo d'olio evo ed aggiungete le verdure tagliate; aggiustate di sale e, se necessario, aggiungete un po' d'acqua per agevolare la cottura.

Fate cuocere per 10/15 minuti circa, a seconda del vostro gusto personale, a fine cottura aggiungete qualche foglia di basilico sminuzzata;

3)Preparate il cous cous come da istruzioni indicate sulla confezione;

4)Sgranate il cous cous con una forchetta ed aggiungete le verdure.

5)Mescolate e servite - freddo o tiepido - nei pan cestini.

 

Si tratta di una pietanza molto conviviale che, nelle sue zone di origine, viene portata in tavola in un grande piatto centrale dal quale i commensali sono invitati ad attingere: questo fa del couscous alla marocchina il piatto ideale per una cena informale e spensierata.

Se dunque siete alla ricerca di una ricetta da preparare per un’allegra serata con gli amici, mettetevi al lavoro: con questa versione del cous cous alla marocchina riscoprirete la gioia dello stare insieme!

 

STORIA E CURIOSITA’

Il cous cous è un alimento tipico del Nordafrica, ricavato dal grano duro macinato in modo “grossolano”.

Viene preparato in speciali pentole di terracotta sovrapposte, dette cuscussiera, dove nella parte inferiore cuociono le verdure e i pezzi di carne, e nella parte superiore (bucherellata) bolle la semola.

Piatto dalle origini antichissime, è diffuso nei paesi del Maghreb in infinite varianti che spesso cambiano di famiglia in famiglia.

In generale il cous cous viene portato sulle tavole la sera, una tradizione che trae le sue origini dal fatto che i popoli nomadi consumavano il pasto la sera, quando si fermavano per la notte sotto la tenda.

La tradizione vuole che si mangi tutti insieme intorno a un unico piatto utilizzando le mani. Più specificatamente, il Corano dispone che il couscous venga mangiato con le sole tre dita della mano destra, per distinguersi dal diavolo che lo mangia con una, dal Profeta con due e dall'ingordo con cinque.

Forte è la valenza sociale di questo piatto: si mangia solo insieme alla famiglia o a chi viene considerato parte della comunità.

Letto 209 volte